Piano di Sviluppo Rurale, in arrivo due nuovi bandi

Sono in fase di pubblicazione nei prossimi giorni due interventi del Psr. Uno riguarda l’aiuto forfettario di tremila euro (somma che potrebbe essere riparametrata in base al numero delle domande) per le ziende zootecniche. L’altro invece è relativo alla realizzazione di protezioni per prevenire la diffusione della peste suina afriacana. La pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto è prevista per il 9 dicembre. I nostri Uffici sono a disposizione per ulteriori informazioni.

Riportiamo una breve sintesi delle misure attese.

PSR misura 22.2.1  (durata apertura finestra domande 45 giorni dalla pubblicazione BUR)

Aiuto forfettario per contrastare la crisi legata al conflitto Russo – Ucraino alle:

  • aziende zootecniche (di bovini da carne o da latte, ovi-caprini da carne o da latte, bufalini da carne o da latte, suini da ingrasso o da riproduzione, avicoli da carne e da uova, cunicolo da carne, equino da carne) e per
  • le PMI di trasformazione con linee di produzione BIOLOGICHE;

Importo dell’aiuto (in funzione della disponibilità finanziaria e del numero di domande pervenute):

       – 3000 euro per gli agricoltori allevatori (compreso le cooperative);

       – 8000 euro per PMI di trasformazione con linee di produzione BIOLOGICHE.

Criteri di ammissibilità :

-) possedere la qualifica di IAP o iscritto INPS come CD o IAP;

-) possedere conoscenze e competenze professionali adeguate;

  1. a) essere iscritto nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio I.A.A.
  2. b) essere iscritto nell’Anagrafe del Settore Primario.
  3. c) svolgere attività di allevamento zootecnico (bovino da carne o da latte, ovi-caprino da carne o da latte, bufalino da carne o da latte, suino da ingrasso o da riproduzione, avicolo da carne e da uova, cunicolo da carne, equino da carne) attestata da:
  4. Codice Allevamento attivo a sé intestato presente nella Banca Dati Nazionale Zootecnica (BDN) alla data di approvazione del Bando;
  5. capi  presenti nell’anno 2022.
  6. d) condurre, nel territorio regionale del Veneto, l’U.T.E. (come definita dall’art. 1 del DPR 1/12/1999 n. 503) nella quale è inserita l’attività di allevamento.
  7. e) aver presentato, per la campagna 2022, domanda di pagamenti diretti ai sensi del regolamento (UE) n. 1307/2013 ed essere assoggettato al pertinente regime di condizionalità e alle pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente (greening). I soggetti ricadenti nel regime dei “Piccoli agricoltori” non sono sottoposti a condizionalità e obblighi greening e pertanto non possono accedere al presente sostegno;
  8. f) al momento della concessione dell’aiuto, non aver avuto sanzioni (con riduzione dei pagamenti diretti) in relazione alla condizionalità e al greening per l’anno 2021 o per l’anno 2022.

__________________________________________________

  • PSR misura 5.1.1 (durata apertura finestra domande 90 giorni dalla pubblicazione BUR)

Aiuto per la realizzazione di protezioni (recinzioni e altre misure di contenimento; zone filtro; celle frigo per stoccaggio sicuro carcasse in attesa smaltimento) finalizzate alla prevenzione della diffusione della Peste Suina Africana negli allevamenti suinicoli  (gli interventi devono rispettare le caratteriste  previste dal  DM della Salute del 28/06/2022 “Rispetto dei requisiti di biosicurezza degli stabilimenti che detengono suini”).

Aliquota: 80%; spesa minima 3500 euro; spesa massima 70000 euro.

Criteri di ammissibilità :

-) possedere la qualifica di IAP e iscritto INPS come CD o IAP;

-) possedere conoscenze e competenze professionali adeguate;

  1. a) iscrizione nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio I.A.A.;
  2. b) iscrizione nell’Anagrafe del Settore Primario;
  3. c) conduzione dell’U.T.E., così come definita dall’art. 1 del DPR 1/12/1999 n. 503 e oggetto dell’intervento, ubicata nel territorio regionale;
  4. d) possesso di codice stalla rilasciato dalla ASL competente;
  5. e) praticare attività di allevamento commerciale ai sensi del Decreto del Ministro della Salute 28 giugno 2022 svolta da un operatore che alleva suini in uno stabilimento
  6. f) non sono ammissibili le imprese in difficoltà ai sensi degli orientamenti dell’Unione per gli aiuti di Stato nel settore agricole e forestale e degli orientamenti dell’Unione in materia di aiuti di Stato   per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà.”

-) realizzati/utilizzati/dislocati  prevalentemente (prevalenza → 51% di SAU della coltura/e interessata/e dall’investimento) in Veneto .

(Coldiretti Veneto)

Please follow and like us