Scuole: l’assessore Besio al via dell’itinerario educativo “Insieme si Vince” alla primaria “Cesare Battisti” di Mestre

Con la classe quarta D della scuola primaria “Cesare Battisti” ha preso il via oggi pomeriggio l’itinerario INSIEME SI VINCE “#gioiadivivere”, a cura del Servizio di Progettazione Educativa del Comune di Venezia e condotto da Pietro Martire, fondatore dell’associazione “Oltre il muro” che porterà la sua testimonianza alle classi. La finalità di questo progetto, rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado, è di aiutare i ragazzi a vedere il “diverso” non come una “minaccia” ma come una risorsa, contribuendo alla realizzazione di una società solidale.

Negli ultimi anni Pietro Martire ha incontrato molti ragazzi, quasi 13 mila. Afferma che “con il tempo la visione della persona con disabilità è cambiata, una volta la disabilità faceva paura, era un dato oggettivo. Dalla paura noi fuggiamo e quindi fuggiamo a ogni immagine che la richiama. Ecco perché il mondo della disabilità viene emarginato, ci ricorda le nostre paure. Ma, se da un lato la disabilità fa paura, dall’altro è una grande ricchezza che aiuta l’uomo a convivere con il suo limite. La persona disabile aiuta i normodotati in questo”.

Gli piace molto la frase di Albert Camus: “Essere diversi non è una cosa né buona né cattiva. Significa semplicemente che sei abbastanza coraggiosa da essere te stesso”. Spera, dice, di trasmettere questo coraggio ai ragazzi che incontrerà.

“I giovani hanno bisogno più di esempi che di parole” ha sottolineato l’assessore alle Politiche educative, Laura Besio. “Ecco perché questo itinerario è nella mente e nel cuore dei servizi educativi del Comune di Venezia, perché crediamo che ascoltare di disabilità per bocca di chi è diversamente abile permetta di accorciare la distanza rispetto a temi che i ragazzi o non conoscono o per cui si sentono a volte disorientati, scoprendosi invece all’interno di una normalissima conversazione che a tratti permette anche di fugare dubbi e curiosità”.

Ai ragazzi delle classi coinvolte viene chiesto di creare medaglie che rappresentino lo slogan “Insieme si Vince” per poi esporle in una manifestazione finale “Win Day” durante la quale saranno consegnati gli attestati di partecipazione e premiati alcuni elaborati tra quelli più originali. Il “Win Day” è una giornata di festa all’insegna dell’inclusione, del divertimento e di interessanti esperienze, ma non solo, attraverso la partecipazione di tutti gli studenti coinvolti nel progetto, la presenza di Associazioni sportive del territorio veneziano dedicate allo sport per ragazzi disabili e di altre realtà territoriali di spessore sociale.
 

(Comune di Venezia)

Please follow and like us