ERP – Fracasso e Sinigaglia (PD): “Respinta Mozione PD. Rivendicano una legge ingiusta che colpisce i più deboli e testimonia il fallimento delle politiche della Giunta Zaia”

ERP – Fracasso e Sinigaglia (PD): “Respinta Mozione PD. Rivendicano una legge ingiusta che colpisce i più deboli e testimonia il fallimento delle politiche della Giunta Zaia”

(Arv) Venezia 17 set. 2019 –   “Incomprensibile l’ostinazione della Maggioranza nel bocciare la nostra Mozione, visto che la nuova Legge sull’edilizia popolare verrà comunque modificata, come ha ammesso lo stesso Assessore Lanzarin, che ha aperto alle nostre richieste, considerati gli effetti distorsivi che la normativa ha provocato. Questo provvedimento va sospeso immediatamente: è ingiusto e iniquo, penalizza le persone più fragili”.

Questo il commento del Capogruppo PD a palazzo Ferro Fini, Stefano Fracasso, e del collega Claudio Sinigaglia, alla bocciatura della Mozione (27 voti contrari, 13 favorevoli e due astenuti) “in cui chiedevamo di sospendere l’applicazione e di modificare la normativa, in attesa delle conclusioni del Nucleo Tecnico che sarà al lavoro fino al 30 settembre”.

“Ecco il Veneto Tax Free di Zaia, che non mette mani in tasca a chi ha redditi alti, ma lo fa a 25.902 nuclei familiari con un ISEE inferiore a 20 mila euro – denunciano i consiglieri regionali –  Sulla base della nuova Legge, l’anno prossimo chiederà loro nove milioni di euro. Vengono stangate le persone anziane che da più tempo vivono negli alloggi Erp, la cui ‘colpa’ è quella di aver ricevuto il TFR, oppure di usufruire di un’indennità di accompagnamento in quanto disabili, entrambi conteggiati nel patrimonio mobiliare, facendo andare numerosi inquilini in decadenza”.

“Ci sono situazioni intollerabili – spiegano gli esponenti Dem- ma la Regione preferisce utilizzare come scusa un centinaio di ‘furboni’ per mandar fuori dai loro alloggi 4 mila nuclei familiari. Zaia, oltre a tagliare i nastri, vada a visitare un condominio ATER, guardi in faccia queste persone”.

“Evidenziamo, inoltre, le carenze nei controlli e la scoperta tardiva di assegnatari ‘abusivi’ – aggiungono i consiglieri PD –  Come mai quelli che non hanno diritto non sono stati individuati prima e cacciati via, visto che erano proprietari di patrimoni immobiliari consistenti? Le ATER sono state commissariate dalla Giunta Zaia, gestite quindi da uomini di fiducia del Governatore: perché non se ne sono accorti?”.

“La realtà è che l’intera partita degli alloggi popolari è stata un fallimento – concludono Stefano Fracasso e Claudio Sinigaglia –  Abbiamo meno alloggi di dieci anni fa, invecchiati e in uno stato di conservazione tutt’altro che buono, perché non si è fatta manutenzione; in più, si chiede un affitto maggiore a chi sta dentro. È un’assurdità, la Giunta fermi tutto e ci ripensi”.

/1388

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us