L’assessore D’Este al convegno “Poliziotti uomini o macchine”

“Poliziotti uomini o macchine. Il limite tra ciò che siamo e ciò che non dobbiamo essere”: questo il titolo del convegno promosso dal Siap (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) svoltosi questa mattina nell’aula magna della Questura di Venezia in via Nicolodi a Marghera, a cui ha preso parte l’assessore comunale alla Sicurezza urbana, Giorgio D’Este.

Dopo l’introduzione a cura del segretario generale del Siap di Venezia, Alessandro Stranieri, e i saluti istituzionali del vicario del Questore di Venezia, Eugenio Vomiero, e dell’assessore D’Este, i relatori hanno discusso di neuroscienze, disturbo da stress post traumatico e burnout, cause, concause e segnali premonitori di suicidi e depressione tra il personale della Polizia di Stato, ruolo del medico e prospettive future in materia.

“La gestione dello stress – ha commentato D’Este – è una questione che va affrontata con grande attenzione e delicatezza, perché coinvolge non solo gli operatori delle Forze dell’Ordine, ma anche le loro famiglie. E’ necessario quindi attivare tutti i percorsi necessari, e il Comune è a disposizione per collaborare in questo senso, per venire incontro a queste esigenze che possono coinvolgere anche gli uomini e le donne della Polizia locale. Serve inoltre che come amministratori ci facciamo portavoci di istanze che aiutino a recuperare quel rispetto per le Forze dell’ordine che spesso negli ultimi tempi è venuto a mancare e a far riaffiorare sentimenti e valori che sono alla base del vivere civile”.

L’incontro è stato moderato da Marco Mizzau, vice segretario provinciale del Siap di Venezia.

Venezia, 25 settembre 2019

(Comune di Venezia)

Please follow and like us