Politica – Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): “Referendum elettorale: Consiglio regionale ostaggio di Salvini, noi fuori dall’Aula. Lega vota mozione FDI per sistema misto proporzionale/maggioritario”

Politica – Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): “Referendum elettorale: Consiglio regionale ostaggio di Salvini, noi fuori dall’Aula. Lega vota mozione FDI per sistema misto proporzionale/maggioritario”

(Arv) Venezia 25 set. 2019 –      “Mentre Zaia è assente, la sua maggioranza approva la proposta di Salvini per il maggioritario puro. Ma anche l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia, che prevede invece un sistema misto, di base proporzionale ma con un numero minimo di seggi assegnati col maggioritario. Sarebbe come se un Consiglio votasse per l’indipendenza del Veneto e per l’autonomia nella stessa giornata”. È il commento dei Consiglieri regionali del coordinamento Veneto 2020 Piero Ruzzante (Liberi e Uguali), Patrizia Bartelle (Italia In Comune) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto):

“La scelta di non partecipare al voto è l’unica coerente con il nostro giudizio su questa proposta, che nulla c’entra con la Regione del Veneto. É un unicum nella storia, il Consiglio regionale si fa promotore di un referendum che nulla ha a che fare con il Veneto. Oltretutto il sistema elettorale proposto non garantirebbe la rappresentanza, con forti dubbi dal punto di vista costituzionale. Il presidente Zaia non era neppure presente in aula, di cosa stiamo parlando? Siamo di fronte ad una manovra di palazzo, invece di raccogliere le firme tra il popolo la Lega di ‘capitan Papeete’ sfrutta e piega ad interessi di partito le istituzioni regionali. Uno squallore a cui non abbiamo partecipato, uscendo all’Aula al momento del voto”.

/1459

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us