Politica – Brusco (M5S): “Per gli ‘Zaia boys’ le poltrone sono funzionali al potere”

Politica – Brusco (M5S): “Per gli ‘Zaia boys’ le poltrone sono funzionali al potere”

(Arv) Venezia, 17 feb. 2020 – “Mentre noi del Movimento 5 Stelle manifestavamo a Roma per fermare l’osceno tentativo di reintrodurre i vitalizi, il Consigliere regionale Fabiano Barbisan rilasciava un’intervista in cui, senza pudori e giri di parole, riassumeva la sua poco edificante storia di fedele adepto di Zaia, in gita perenne tra gruppi consiliari di finta opposizione. ‘Tocca a te’ gli disse il suo capo e lui ubbidì, con tanto e tale servilismo da renderlo certo di una sua ricandidatura”. Sono le affermazioni del Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Manuel Brusco che ricorda: “Eletto tra le file leghiste e dopo essersi seduto tra le fila della maggioranza, si è fatto volentieri inviare in gruppi e gruppetti di minoranza continuando a fare da stampella al suo capo, pur di avere ruoli e soldi.
Giochini ben retribuiti, infatti, visto che gli hanno consentito di guidare commissioni, con conseguenti prebende, serenamente intascate. Lui, mica si taglia lo stipendio, mica rinuncia alle indennità, ci mancherebbe; del resto, per Zaia e i suoi soldatini, le poltrone a questo servono: potere e soldi. Tanto che val la pena di moltiplicarle, con i finti gruppi di opposizione e con i dieci assessori esterni in più che la maggioranza si è autoconcessa, dopo il terzo mandato e la legge elettorale su misura. Bravo Barbisan, una poltrona per lui ci sarà certamente. E casomai, verrà creata apposta”.

/356

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us