Don Franco Signori è tornato al Padre

È mancato ieri, venerdì 26 novembre don Franco Signori. Le esequie si terranno lunedì 30 novembre alle ore 10 nella chiesa parrocchiale di Valstagna


Don Franco Signori nasce a Valstagna il 18 dicembre 1930 e viene ordinato prete il 10 luglio 1955. Si dedica all’insegnamento di materie umanistiche prima presso il Seminario Minore, poi presso il Collegio Barbarigo di Padova, conseguendo nello stesso tempo la laurea all’Università di Padova. Successivamente approda come docente agli Istituti magistrali di Cittadella (Sacro Cuore) e Bassano del Grappa (Collegio vescovile Graziani).

La storia di don Franco racconta subito di un prete studioso, ricercatore, storico, insegnante, competente nella traduzione dei testi biblici, saldamente ancorato alle origini, alla terra e alla gente che lo avevano plasmato sin da giovane e accompagnato nella maturità. Di indole sostenuta, forte delle personali scelte e convinzioni, non cedeva a compromessi o condizionamenti che venissero a toccare le sue lungimiranti aspettative, talvolta pagando il prezzo di alcune fatiche caratteriali.

La sua permanenza nella città di Bassano lo aveva portato pian piano a inserirsi in un contesto di intellettuali che si proponevano di studiare il territorio, ciascuno avvalendosi delle specifiche competenze, al fine di produrre saggi e ricerche su avvenimenti e personaggi che avevano nel tempo accompagnato l’evolversi del tessuto artistico, economico e sociale di quella comunità civile. La curiosità indomita, lo spirito innato del ricercatore, l’acribia dello storico, la vicinanza di persone competenti e le geniali intuizioni, lo avevano avviato allo studio di una documentazione sparsa ovunque nel territorio e che lo avrebbe reso ricercatore documentato e stimato. Basti ricordare, tra gli altri, gli studi sul pittore Jacopo Bassano (Da Ponte), sull’opera sociale di Gaetana Sterni o sulla storia civile di Bassano. Senza dubbio e per più decenni il suo impegno maggiore fu dedicato alla stesura e pubblicazione di testi sulla storia religiosa e civile delle comunità della valle, spaziando dal Monastero di Santa Croce di Campese fino alle origini dei comuni di Pove, Solagna, San Nazario, Cismon, Foza e Valstagna. La documentazione reperita e i quaderni di appunti non ancora revisionati, per sua volontà sono stati donati alla Biblioteca Civica di Valstagna per l’eventuale consultazione di altri ricercatori.

Il 27 dicembre 2005 gli viene conferito il titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana proprio per i suoi contributi alla storia locale.

Nel 2005 viene nominato anche vicario parrocchiale di Valstagna, confermando un servizio già in atto da tempo. Sono gli anni in cui i tratti della persona vanno mitigandosi, torna il gusto della compagnia e del dialogo, nasce la continua frequentazione dei preti dell’unità pastorale di Valstagna e il servizio pastorale nella zona, si moltiplicano le conversazioni occasionali o la preghiera solitaria lungo le rive del Brenta, senza disdegnare tranquilli momenti di compagnia con amici e conoscenti per commentare i fatti del giorno.

Di don Franco si ricordano la carità spirituale, ma anche materiale a favore di bisogni altrui, come pure della parrocchia stessa impegnata a ristrutturare la canonica e la chiesa parrocchiale. Gli anni della vecchiaia trascorrono a Valstagna fino a quando don Franco viene ospitato a Casa Gerosa di Bassano, dalla fine del 2018 fino al 26 novembre scorso, quando è deceduto all’Ospedale di Bassano.

Il funerale sarà celebrato lunedì 30 novembre, alle ore 10, nella chiesa di Valstagna, presieduto dal Vicario generale don Giuliano Zatti.

«Se Dio è con noi col suo Amore fatto carne, in noi e per noi, mentre stiamo salendo il monte santo del Signore, chi o cosa può separarci da lui?» (don Franco Signori, Natale-Capodanno 2012)


(Diocesi di Padova)

Please follow and like us