Comunicato stampa: buoni spesa per persone e nuclei familiari in situazione disagiata, dal 23 dicembre il via alle domande

Il 23 dicembre è il giorno in cui si potrà iniziare a fare domanda per poter ricevere i buoni spesa, finanziati dal Governo con un totale di € 1.113.694,11.

Si potranno richiedere online, attraverso la piattaforma CGMoving, messa a disposizione gratuitamente per tutti i Comuni per la raccolta delle domande da parte dei cittadini e l’erogazione dei buoni spesa e si accederà direttamente dal sito istituzionale Padovanet, dove si troveranno anche tutte le informazioni.

E’ già partita la procedura, tramite apposita manifestazione d’interesse, per individuare gli esercizi commerciali presso i quali i beneficiari dei buoni spesa potranno acquistare i beni di prima necessità.

Ricordiamo che i destinatari del provvedimento, ovvero i beneficiari dei buoni spesa, sono le persone che, in virtù di una situazione economica disagiata, si trovino nella seguente situazione:

  • nucleo familiare di appartenenza con un patrimonio mobiliare non superiore a euro 5.000,00 e privo di titoli mobiliari o di Stato, obbligazioni, buoni fruttiferi, investimenti finanziari o similari;
  • non beneficiare di ammortizzatori sociali;
  • non essere titolari di pensione o di altre rendite;
  • non beneficiare in misura sufficiente di Reddito di cittadinanza, Reddito di inclusione attiva o altri sostegni e contributi comunali;

L’ammontare del buono spesa sarà di:

  • € 100, per 1 componente della famiglia anagrafica;
  • € 200, per 2 componenti della famiglia anagrafica;
  • € 300, per 3 componenti della famiglia anagrafica;
  • € 400, per 4 o più componenti della famiglia anagrafica;
  • erogato una tantum ed in un’unica soluzione per ciascun nucleo familiare.

Dichiara l’assessora al sociale Marta Nalin: “Abbiamo avuto un fisiologico ritardo dovuto alla gestione informatica della distribuzione. A differenza della prima ondata, quando abbiamo consegnato i buoni cartacei attraverso il centralino, abbiamo scelto di procedere in questo modo nonostante tempistiche più lunghe per il semplice fatto che è una modalità più efficiente sia per i nostri uffici che per i cittadini. Inoltre permette di svolgere le verifiche necessarie con più rapidità e precisione.

Con questo milione di euro riusciremo a dare i buoni spesa a migliaia di nuclei familiari e ricordiamo che in particolare sono i giovani i più colpiti da questa crisi, per questo abbiamo deciso di dare la precedenza alle giovani coppie e ai nuclei monoparentali.”

In questo momento sono molti i soggetti che, data la situazione emergenziale, compiono gesti di solidarietà in favore delle persone che ne hanno bisogno.

Tra questi la ditta Autotrasporti & Spedizioni Barone Spa, che ha donato al Comune di Padova buoni spesa per le famiglie che si trovano in situazione di difficoltà socio-economica, chiedendo ai Servizi Sociali di individuare i soggetti più indicati a riceverli.

Si è deciso di procedere attraverso gli assistenti sociali attivi nei Cst, che avranno il compito di individuare soggetti più fragili nei quartieri cittadini cui donare i buoni.

Aggiunge in merito l’assessora Marta Nalin: “Ringraziamo sentitamente la ditta Autotrasporti & Spedizioni Barone Spa per la generosità e la concreta attenzione nei confronti dei cittadini di Padova più fragili e maggiormente esposti anche a seguito dell’emergenza sanitaria in corso. Sono gesti importantissimi in questo momento, che mostrano una comunità veramente unita.”

(Comune di Padova)

Please follow and like us