Contributo straordinario a sostegno delle associazioni del Terzo Settore per fronteggiare …

L’Amministrazione Comunale, per andare incontro alle difficoltà causate dalla pandemia anche al mondo del volontariato, che rappresenta da sempre una preziosa risorsa nel promuovere e sostenere iniziative a favore della comunità veronese, ha messo a disposizione un importo di euro 600.000, da erogare sotto forma di contributi straordinari ad enti del Terzo Settore.

Modalità e criteri per la presentazione e valutazione delle domande sono indicati nell’AVVISO pubblicato a fianco, sezione allegati e di seguito riassunti.


Soggetti ammessi

Non essendo ancora operativo il RUNTS, si individuano come possibili beneficiari dei contributi disponibili:

  • le ODV (Organizzazioni Di Volontariato) iscritte al Registro regionale ai sensi della LR 40/1993;
  • le APS (Associazioni di Promozione Sociale) iscritte nel Registro regionale ai sensi della LR 27/2001, art. 43 o al Registro nazionale delle APS;
  • le ONLUS in forma associativa, iscritte nell’apposito registro nazionale tenuto dall’Agenzia delle Entrate.

Tutti i potenziali beneficiari, oltre che operare nell’ambito del comune, devono avere la sede legale nel territorio comunale di Verona.

I richiedenti non devono avere debiti liquidi ed esigibili nei confronti del Comune alla data di pubblicazione del bando.

Scadenza

Le istanze dovranno pervenire entro le ore 24.00 del giorno 20 dicembre 2020 utilizzando esclusivamente la modulistica on line allo scopo predisposta.

Ciascun richiedente potrà presentare una sola domanda.

Spese ammissibili ed entità del contributo

I contributi verranno erogati a fronte delle spese ritenute ammissibili ai sensi del vigente “Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e per l’attribuzione di vantaggi economici”, sostenute prima della pubblicazione del bando all’albo on line del Comune. In sede di domanda le spese dovranno essere autodichiarate ai sensi dell’art. 47 dpr 445/2000 e la relativa documentazione dovrà essere depositata dai soggetti ammessi al contributo, a richiesta, prima di procedere alla liquidazione.

Il contributo può coprire fino al 100% delle spese ammissibili a fronte di uno sbilancio minimo tra spese ammissibili ed entrate di euro 300,00 e non può superare la somma massima di euro 2.500,00.

Ciascun richiedente può presentare una sola istanza.

Responsabile del procedimento e richieste di chiarimenti

Il Responsabile del procedimento è il Dirigente della Direzione Affari Generali/Comunicazione Interna /Vice Segreteria Generale.
Richieste di chiarimenti possono essere inoltrate per email al seguente indirizzo di posta elettronica: affari.generali@comune.verona.it

Come presentare la richiesta:

La richiesta dovra’ essere presentata esclusivamente utilizzando il servizio online  appositamente predisposto e raggiungibile al seguente LINK

Dopo essersi registrati  e seguendo per la compilazione la procedura guidata, il modulo dovra’ essere scaricato e, se firmato in modalità olografa, scansionato e inviato  insieme a copia del documento d’identita’ del legale rappresentante; non è necessario allegare copia del documento di identità, se il modulo viene firmato digitalmente dal legale rappresentante.

Le istanze pervenute con altri mezzi (a mano, per posta, per posta elettronica anche certificata) e quelle pervenute oltre il termine (ore 24 di domenica 20 dicembre 2020, certificato dal sistema), non saranno prese in considerazione.

(Comune di Verona)

Please follow and like us