Un’edizione speciale della fiaba in musica “Pierino e il lupo” di Prokof’ev in streaming dal Teatro La Fenice il 25 dicembre

Il regalo di Natale ai bambini e alle loro famiglie della Fondazione Teatro La Fenice è un’inedita produzione della fiaba musicale “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev, realizzata grazie a Generali Valore Cultura che anche quest’anno si conferma al fianco del Teatro per supportare la città e la sua comunità. Lo spettacolo, realizzato con l’Orchestra del Teatro La Fenice sotto la direzione musicale di Alvise Casellati, la voce recitante della pluripremiata attrice Sonia Bergamasco, le illustrazioni di Chiara Tronchin e le animazioni di Heads Collective, sarà trasmesso gratuitamente in streaming sul sito e sul canale YouTube del Teatro La Fenice il giorno di Natale, venerdì 25 dicembre 2020 alle ore 16.00, e resterà disponibile sul canale YouTube del Teatro veneziano per tutto il 2021.

Pierino e il lupo di Sergej Prokof’ev – spiega in una nota il teatro La Fenice – andò in scena per la prima volta il 2 maggio 1936 al Teatro Nezlobin, il Teatro per l’Infanzia di Mosca, con la Filarmonica di Mosca e con lo stesso compositore sul podio. Il lavoro gli fu commissionato da Natalia Saz, direttrice del Teatro: regista e pedagoga di vaglia, apprezzata sia in Russia che all’estero da personalità quali Stanislavskij e Klemperer, la Saz chiese a Prokof’ev di creare un lavoro sinfonico la cui architettura formale fosse collegata alla narrazione di una favola: la storia di Pierino che, con l’aiuto dei suoi amici animali, riesce a catturare un ferocissimo lupo sembrò a entrambi un ottimo spunto per trovare buone associazioni con gli strumenti musicali.

Pierino e il lupo è infatti non solo una favola in musica che insegna una ‘morale’ ai bambini, ma anche una composizione che aiuta – sia i bambini sia gli adulti – a comprendere e conoscere gli strumenti di un’orchestra, facendosi sussidiario indispensabile e facile da ‘sfogliare’ per chiunque si avvicini da neofita alla musica classica.

Dopo aver scartato l’idea di impiegare un testo poetico in strofe ritmiche, Prokof’ev preferì scrivere egli stesso, in prosa, un asciutto ed emozionante testo narrativo preceduto da una presentazione dei profili melodici attribuiti ai singoli personaggi, evidenziati da precise scelte timbriche: il flauto per l’uccellino, l’oboe per l’anatra, il clarinetto per il gatto, il fagotto per il nonno, i corni per il lupo, gli archi per Pierino, i timpani per lo sparo dei fucili dei cacciatori. I temi musicali di ogni personaggio si intrecciano nel racconto della sconfitta del lupo, catturato e poi portato in gabbia nel trionfale corteo conclusivo. 

(Comune di Venezia)

Please follow and like us