Giustizia – Rizzotto (ZP): “Nessun premio al carnefice di Iole: il Ministro eviti l’ennesima ingiustizia italiana”

Venezia 17 febbraio 2021 –    “Non è accettabile che in Italia chi ha ucciso e fatto a pezzi una donna innocente, dopo solo 13 anni di galera, possa usufruire di permessi premio. Scriverò al Ministro competente per evitare che Iole venga assassinata una seconda volta: lo dobbiamo alla famiglia e alla nostra comunità”. Le parole sono della consigliera regionale Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) che commenta così “la notizia odierna in base alla quale è possibile che al colpevole del delitto di Iole Tassitani vengano concessi permessi premio”. “Sono tredici anni per il calendario, ma chi vive nella zona di Castelfranco non potrà mai dimenticare il Natale 2007 – ricorda Rizzotto – Quello che Fusaro fece sulla povera Iole è umanamente incomprensibile e inaccettabile. Ma la Giustizia non può piegarsi di fronte alla possibilità che questo assassino, peraltro reo confesso, possa mettere piede fuori dal carcere, nelle nostre città, nelle nostre piazze”. “Scriverò al Ministro della Giustizia, dott.ssa Marta Cartabia, nella speranza che una donna come lei possa intervenire per scongiurare l’ennesimo scempio italiano”, informa Silvia Rizzotto.

(Lega Nord)

Please follow and like us