Biblioteca Bertoliana, completata l’inventariazione dell’archivio della famiglia Gualdo

Albero genealogico

La Biblioteca civica Bertoliana ha completato l’inventariazione dell’archivio della famiglia Gualdo.

Tra i numerosi documenti presenti, un totale di 675 unità archivistiche, accoglie anche un ricco carteggio che testimonia i rapporti tra l’ambasciatore Galeazzo Gualdo Priorato e i monarchi europei del Seicento, tra i quali “brilla” il Re Sole.
La serie più significativa e consistente dell’archivio, costituita da 394 fascicoli, è invece la Collezione di leggi venete.

L’archivio della famiglia Gualdo è stato trasferito in Biblioteca Bertoliana nel 2016 dal Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza per poter garantire l’inventariazione e la valorizzazione delle carte nel contesto del ricco patrimonio degli archivi familiari presenti nella civica vicentina.
Il fondo venne presumibilmente organizzato da Aicardo Gualdo, vissuto nella seconda metà dell’Ottocento e già donatore alla Bertoliana nel 1884 di una collezione di documenti relativi a fatti risorgimentali o patriottici dell’epoca del 1848.

Notevole, seppur limitata a undici fascicoli, è la serie dedicata alla corrispondenza diretta o riguardante Galeazzo Gualdo Priorato (1606-1678) che, nelle vesti di ambasciatore, ricevette missive dai monarchi e dai personaggi più influenti della sua epoca. Si conservano infatti lettere firmate da Luigi XIV di Francia, il “Re Sole”, Cristina Alessandra di Svezia, Leopoldo I d’Asburgo, Federico III re di Danimarca e Norvegia, Ferdinando II de Medici, Giovanni II Casimiro di Polonia, Carlo II e Maria Gonzaga, Francesco e Alfonso d’Este. Di grande valore è la pergamena del 1532 con il privilegio concesso dall’imperatore Carlo V a Stefano Gualdo, al padre Francesco, ai suoi fratelli maschi Giuseppe, Galeazzo e Nicola, oltre che a tutti i suoi discendenti di legittimo matrimonio.

La serie più significativa e consistente dell’archivio, costituita da 394 fascicoli, è invece la Collezione di leggi venete. È composta da una raccolta di atti, ordini, parti, terminazioni, proclami a stampa o trascrizioni manoscritte delle stesse, datati dal XV fino, in alcuni casi, al XIX secolo. I documenti sono una ricca testimonianza della legislazione prodotta nel territorio veneto (principalmente vicentino ma anche limitrofi), nei secoli XVII e XVIII, su alcuni specifici argomenti e materie. Gli atti sono stati aggregati già in origine per temi, con propria titolazione (relativa alla materia oggetto della legge) e datazione.

L’inventario dell’archivio è consultabile online sul portale degli archivi della Bertoliana all’indirizzo https://archivio.bibliotecabertoliana.it/ nella sezione degli Archivi di famiglia. Nel portale è stata pubblicata anche una gallery fotografica con la riproduzione dei documenti più significativi e curiosi.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us