La Giunta approva un nuovo ciclo di immersioni dei Gondolieri Sub. Si parte il 16 maggio nel Canale della Fava

La Giunta comunale, riunitasi oggi in web-conference, ha approvato, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro e dell’assessore al Patrimonio Paola Mar, la delibera con cui si approvano gli indirizzi per la realizzazione del nuovo ciclo di interventi sperimentali e gratuiti di pulizia manuale dei fondali dei canali di competenza comunale da parte dell’Associazione di Categoria Gondolieri di Venezia.

Un percorso della durata di un anno e che vedrà, già il prossimo 16 maggio, i Gondolieri Sub attivi nel Canale della Fava fino a campo della Guerra e, a seguire, domenica 20 giugno nel rio dei Mendicanti e rio Santa Marina. Continua in questo modo una sperimentazione avviata l’8 febbraio 2019 con le prime 5 immersioni e le successive avviate ad ottobre dello stesso anno e poi interrotte a causa della pandemia. Un percorso che ha interessato un tratto del Canal Grande di fronte alla Pescaria, il rio di Santi Apostoli, il rio di San Luca, il rio di San Barnaba, un tratto del rio degli Ormesini, un tratto del rio della Madonna dell’Orto, con la raccolta di oltre 4 tonnellate di rifiuti vari: centinaia di pneumatici, innumerevoli bottiglie e lattine, cavalletti delle passerelle dell’acqua alta, lavandini, caldaie, tubazioni, fusti di birra usati, biciclette, sanitari, un carretto degli spazzini, 2 motori fuoribordo e materiale edile vario.

“Quando mi venne presentato il progetto, ormai due anni fa, apprezzai immediatamente lo spirito dei Gondolieri Sub che, in questo modo, si stavano mettendo a disposizione della Città – commenta il sindaco. Con i loro interventi contribuiscono a garantire la navigabilità dei canali di Venezia, di vitale importanza per la vita della laguna e della città. Un obiettivo prioritario per questa Amministrazione, per il quale abbiamo stanziato 4,5 milioni di euro attraverso i quali siamo riusciti a ripulire 31 canali andando a togliere ben 18mila metri cubi di sedimenti. Le immersioni dei gondolieri sub, lo scavo dei rii, la lotta al moto ondoso, la partecipazione concreta dei cittadini – ha concluso il sindaco – sono tutti tasselli di un grande mosaico che dobbiamo costruire insieme per la tutela della nostra città”.

“Grazie all’Associazione Gondolieri per aver voluto proseguire questo importante progetto in collaborazione con il Comune di Venezia – ha commentato il consigliere delegato alla Tutela delle tradizioni, Giovanni Giusto. Con il sindaco Brugnaro abbiamo accolto e sostenuto, fin dall’inizio, la proposta dell’associazione che è un chiaro esempio di sussidiarietà che coinvolge il pubblico e il privato a beneficio della cittadinanza. L’Amministrazione darà ai Gondolieri tutto il sostegno necessario. Un ringraziamento va anche a Veritas, che ha messo a disposizione una barca per la raccolta di rifiuti ingombranti e a tutti coloro che si stanno mettendo a disposizione per sostenere questa operazione”.

“A dimostrazione di quanto questa Amministrazione creda nel progetto e voglia sostenerlo anche materialmente – commenta l’Assessore Mar, la Giunta ha stabilito di concedere all’Associazione di Categoria Gondolieri di Venezia in comodato per la durata di un anno un magazzino a Cannaregio per destinarlo a deposito di materiali e attrezzature necessarie alla realizzazione dei loro interventi di pulizia manuale dei fondali dei canali. Un luogo che la Città vuole destinare a chi, gratuitamente, dimostra di amarla e di prendersene cura”

“Grazie al sindaco Luigi Brugnaro per sostenere, ancora una volta, questa iniziativa che ci vede impegnati in prima persona a vantaggio di Venezia e dei suoi canali e rii – commenta Andrea Balbi, presidente dell’Associazione Gondolieri. Nonostante il lungo periodo di pandemia che ci ha costretto a interrompere le immersioni, vogliamo ritornare a dimostrare che i Gondolieri ci sono e vogliono darsi da fare. Tutti assieme ce la faremo e la Città ripartirà”.

(Comune di Venezia)

Please follow and like us