Scuola dell’Infanzia Madonna del Suffragio ad Asseggiano: il Consiglio comunale dà il via libera alla realizzazione di una tettoia all’ingresso

Il Consiglio comunale nella seduta odierna ha approvato all’unanimità la delibera per la realizzazione di una nuova tettoia davanti all’ingresso della Scuola dell’Infanzia Madonna del Suffragio ad Asseggiano e dell’estensione di un portico esistente. La realizzazione della tettoia ha l’obiettivo di consentire a genitori e bambini di attendere al coperto l’entrata e l’uscita da scuola e di svolgere attività scolastiche e ludiche all’aperto, al riparo dal sole e dalla pioggia, anche in considerazione della situazione sanitaria generata dalla pandemia e in attuazione delle direttive anti Covid-19.

Inoltre, la disponibilità di uno spazio coperto, aperto su tre lati, sarà utile alla comunità anche per ospitare occasionalmente diverse attività, quali celebrazioni domenicali d’estate, momenti di preghiera la sera e nel pomeriggio, momenti di festa di paese. La nuova tettoia, di 12,5 x 13,5 metri (168 mq), sarà realizzata in adiacenza all’edificio scolastico esistente, aperta su tre lati (con possibilità di inserimento di tendaggi mobili a protezione dalle intemperie da utilizzare solo all’occorrenza) e costruita in carpenteria metallica.

La copertura sarà in parziale sovrapposizione ad una tettoia già esistente da demolire, determinando un ampliamento effettivo della superficie lorda pari a 165 mq. Il progetto prevede anche la copertura di un ingresso porticato laterale, con un ulteriore incremento di superficie lorda di 35 mq.

L’istanza di permesso di costruire per la realizzazione di questa nuova tettoia e l’estensione del portico esistente non è conforme alle previsioni del vigente Piano degli Interventi a causa del superamento dell’indice di edificabilità ammesso e, di conseguenza, per l’attuazione del progetto è necessario provvedere al rilascio di un permesso di costruire in deroga, poiché per l’intervento in esame, – viene sottolineato nel provvedimento – sussistono evidenti ragioni di interesse pubblico.

(Comune di Venezia)

Please follow and like us