“Una Dama tra due signori”, sabato 26 giugno in bici tra Vicenza e Treviso via Montegalda

Si terrà sabato 26 giugno l’iniziativa “Una Dama tra due Signori”, in occasione dell’inaugurazione del tratto di ciclabile di Montegalda (Vi), un percorso ciclopedonale che unirà le due piazze dei Signori di Vicenza e Treviso passando appunto per Montegalda.

L’appuntamento è in piazza dei signori a Vicenza alle 8.45 con partenza per Montegalda per l’inaugurazione del tratto della Treviso-Ostiglia, quindi alle 10.30 partenza con destinazione Villa Querini a Camposampiero dove a mezzogiorno è prevista la pausa per il ristoro dei partecipanti e quindi partenza alle 13 per Treviso dove l’arrivo è previsto alle 15.

L’iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi a Venezia.

“E’ un momento importante: – ha detto il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti – un percorso ciclabile che attraversa tre province nel cuore del Veneto, collega due capoluoghi come Vicenza e Treviso, dai Colli Berici fino al parco del Sile, intersecando altri itinerari dal Cammino di Sant’Antonio a quello del Fogazzaro-Roi alla ciclabile del Sile, nel cuore della Civiltà della Villa, immersi in un paesaggio unico come vedrà chi vorrà unirsi a noi sabato 24 giugno alle 8:45 in piazza dei Signori a Vicenza quando partiremo per raggiungere dapprima Montegalda, quindi Camposampiero e, infine, Treviso”.

Il sindaco di Montegalda, Andrea Nardin, ideatore dell’evento “pensato per celebrare in maniera inusuale ma coinvolgente l’inaugurazione del tratto montegaldese dell’itinerario della Treviso-Ostiglia, pochi chilometri ma che hanno un grande valore se proiettati nel sistema delle ciclovie del Veneto centrale, con la promozione del turismo di prossimità e la valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti enogastronomici. Una rete ciclabile al servizio non solo di un nuovo turismo, ecosostenibile, a basso impatto ambientale ma di elevata qualità, ma anche al servizio della cittadinanza per il rilancio di una mobilità sempre più verde rispettosa dell’ambiente”: Alessandro Manera, assessore al Comune di Treviso, ha voluto innanzitutto sottolineare “la bellezza di questo itinerario che ci porta a scoprire un paesaggio unico, ricco di verde, lontano dal traffico automobilistico, che vale la pena di essere vissuto. Bella l’iniziativa della ‘Dama tra due Signori’ e mi auguro che possa essere ripetuta anche il prossimo anno, magari con partenza da Treviso”.

Leonardo Di Marzo, in rappresentanza del Comune e della Provincia di Vicenza: “Noi abbiamo sempre creduto in questa infrastruttura sia per la sua valenza turistica, sia per la rilevanza che assume per i nostri cittadini i quali devono riscoprire casa propria: questo itinerario, che risponde alla domanda del turismo lento, fa scoprire luoghi inestimabili, di una rara bellezza. Poi è importante sottolineare l’importanza del lavoro di squadra svolto dalle amministrazioni locali, la Federazione dei Comuni Camposampierese, le tre province e la Regione: quando siamo uniti presentiamo opere e servizi all’avanguardia”.

E’ stata poi la volta di Anna Maria Giacomelli, direttrice della federazione dei Comuni del Camposampierese: “Noi gestiamo, anche per conto della Regione, della manutenzione ordinaria di questo percorso, circa 70 chilometri tra Treviso e Vicenza il 90 per cento dei quali su pista ciclabile in sede propria asfaltata, parte integrante del Green Tour, che non è solo uno strumento di promozione del turismo lento destinato a svilupparsi in Veneto, ma anche un mezzo che riassume in sé la pianificazione del territorio, un programma di gestione e una strategia condivisa, su un modello di sviluppo sostenibile e durevole”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche i consiglieri regionali Luciano Sandonà e Milena Cecchetto.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us