Comunicato stampa: il discorso del Sindaco in memoria dell’agente motociclista della Polizia Locale Massimo Boscolo, deceduto tragicamente in servizio la scorsa settimana

Si è svolta martedì 19 ottobre, nella Basilica di Santa Giustina, la cerimonia in memoria dell’agente della Polizia Locale Massimo Boscolo.
Di seguito il discorso del sindaco, Sergio Giordani, in memoria dell’agente motociclista deceduto tragicamente in servizio la scorsa settimana:

Provo un grande dolore qui oggi nel ricordare il nostro agente Massimo Boscolo.
Non c’è purtroppo una risposta alla domanda che tutti ci facciamo, perché un ragazzo così giovane, così appassionato del proprio lavoro al servizio della nostra comunità, perda la vita in un modo cosi terribile e imprevisto.
Era serio e preparato, estremamente attento nel suo incarico, fortemente voluto, di agente motociclista.
Quando ho saputo dell’incidente, e della sua gravità, ho sperato con tutto il cuore che l’esito non fosse questo.
L’emozione e l’affetto dei colleghi testimoniano quanto Massimo, in servizio a Padova da soli due anni, fosse benvoluto e apprezzato. Per Massimo il Corpo della nostra Polizia Locale era come la sua seconda famiglia. Un uomo che aveva scelto di fare l’agente di Polizia Locale per passione, convinto che questo non fosse un lavoro come un altro, ma un modo di essere utile e vicino alle persone, e alle comunità dove in questi anni ha prestato servizio. Una passione che lo aveva convinto anche a superare il sacrificio di una vita da pendolare tra Sottomarina, dove ancora abitava, e la nostra città.
Ci stringiamo attorno alla mamma Patrizia, al papà Ranieri, al fratello Davide, in questo momento cosi difficile, consapevoli che le nostre parole poco possono fare per alleviare il loro terribile dolore.
Come Comune, come città avremo sempre nel cuore Massimo e il suo esempio di uomo che ha scelto di indossare, con entusiasmo, passione e gioia, la divisa della nostra Polizia Locale per essere a fianco di tutti i padovani
“.

(Comune di Padova)

Please follow and like us