Come proteggere le piante dal freddo? Ecco alcuni suggerimenti

Tree in pot is wrapped in fleece for the winter. Autumn work in the garden.

Se sei un amante del giardinaggio e delle piante, certamente saprai che alcune di esse non sono in grado di sopravvivere all’esterno durante l’inverno. Gerbere, oleandri, gerani, ma anche piante di agrumi e alcune piante tropicali devono essere protette dalle temperature più rigide, per poter arrivare serenamente alla nuova bella stagione.

Anche le piante vanno in letargo

Come prima cosa, per permettere alle tue piante in vaso di superare indenni la brutta stagione, è consigliabile disporle in un luogo riparato dal freddo e dal vento diretti: per esempio va benissimo un giro scale, oppure un garage o una cantina (attenzione a garantire una buona quantità di luce solare).

Se non dovesse essere possibile spostarle all’interno, può essere sufficiente disporle accanto ad una parete, possibilmente esposta a sud (così che ricevano la maggior quantità di possibile di raggi solari durante la giornata) e lontano da ringhiere o altri elementi in ferro che, per loro natura, gelano molto velocemente.

Proteggere le piante con le coperture in tessuto non tessuto

Se rimangono all’esterno, per proteggere le piante dal freddo una copertura in tessuto non tessuto è un’ottima soluzione. Si tratta di un materiale sintetico, disponibile in teli o in sacchetti, che è molto versatile e può essere utilizzato per creare dei cappucci con cui coprire la chioma delle piante che vogliamo difendere.

Si può acquistare nei negozi specializzati, ma anche online, come ad esempio su gogoverde.it.

È ideale per le piante che normalmente vivono all’esterno, ma piantate in vaso, come per esempio le piante di limone, e ha il vantaggio di poter essere rimosso velocemente in caso di giornate con temperature più miti, così da consentire alla pianta di respirare meglio.

Comunque questo tipo di materiale permette il passaggio di raggi solari e pioggia, permettendo alla pianta di proseguire il suo ciclo vitale anche durante la brutta stagione. Tuttavia non è l’ideale in caso di temperature polari, per cui conviene avere sempre a disposizione dei teli di nylon da sostituire al tessuto non tessuto in caso di necessità.

È importante, però, non lasciare per troppo tempo questo tipo di copertura a contatto con la pianta in quanto non è traspirante e potrebbe causarle danni irreversibili.

Oltre alla chioma della pianta, è bene proteggere anche le sue radici. Per questo motivo è bene isolare il più possibile il vaso che la contiene avvolgendolo con tessuti (stracci o teli), fogli di giornale o materiale plastico, tipo pluriball.

Proteggere le piante con la pacciamatura

Utile anche per dare un’ulteriore protezione alle nostre piante in vaso, la pacciamatura è perfetta soprattutto per gli alberi piantati a terra nel nostro giardino. Si tratta di un metodo totalmente naturale che consiste, in sostanza, nel coprire le radici della pianta stessa, soprattutto quelle che affiorano dal terreno, con corteccia, foglie secche o terriccio anti-gelo. Anche la paglia o il cippato (ovvero legno ridotto a scaglie) possono essere utili allo scopo. La pacciamatura è molto utile anche per le piante ortive (Qui potete trovare una guida dedicata alla pacciamatura).

Proteggere le piante con le serre

Ne esistono di diverse tipologie, sia per il giardino che per i balconi: possono essere in vetro, in plastica o in policarbonato, fisse o mobili. L’importante è che la serra sia posizionata in una zona il più possibile soleggiata e che venga aperta periodicamente, così da permettere un regolare ricambio d’aria ed evitare l’accumularsi di umidità e condensa.

Proteggere le piante con le arelle

Questo è un sistema di protezione molto utile soprattutto contro il forte vento. Per questo scopo possono essere utilizzate le arelle, ovvero quei teli costituiti da piccole canne di bambù. La loro struttura è molto flessibile, perciò sono ideali per essere posizionate intorno al fusto delle piante oppure intorno al vaso che le contiene, e per essere poi legate saldamente in modo che rimangano stabili.

Proteggere le piante che sono in casa

Anche le piante che vivono abitualmente in casa hanno bisogno di qualche accortezza particolare nei mesi freddi: è bene prestare attenzione a non disporle troppo vicine a fonti di calore che seccano l’aria.

Per questo potrebbe essere una buona idea utilizzare dei contenitori pieni di acqua da posizionare sui termosifoni, in modo tale che aumentino un po’ l’umidità della stanza. Se questo non fosse possibile, va bene anche vaporizzare dell’acqua direttamente sulle foglie con uno spruzzino. Un altro suggerimento utile è di disporre le piante “domestiche” le une accanto alle altre, vicino ad una parete, così da creare una sorta di microclima in cui riescano a sopravvivere più serenamente.

Please follow and like us

Be the first to comment on "Come proteggere le piante dal freddo? Ecco alcuni suggerimenti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


14 − due =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.