Piano spostamenti casa lavoro, al Comune di Vicenza assegnati oltre 200 mila euro

L’assessore Matteo Celebron

Il vicesindaco Celebron annuncia il finanziamento ottenuto dal Ministero per gli spostamenti casa lavoro dei 900 dipendenti del Comune e delle aziende vicentine che hanno partecipato al bando.

“Ringrazio l’ufficio mobilità del Comune di Vicenza – ha esordito il vicesindaco con delega alla mobilità Matteo Celebron – che si è adoperato per redigere il Piano con obiettivi e azioni concrete volte a migliorare e rendere maggiormente sostenibili gli spostamenti casa-lavoro. Il contributo ottenuto ci permette di mettere a terra tutte azioni della prima parte del piano volte a meglio organizzare lo spostamento dei dipendenti da e per la sede comunale. Saranno promosse forme di abbonamenti agevolati e utilizzo di mezzi in sharing, tra cui la flotta di biciclette recentemente introdotta in città. Anche per la logistica delle merci vogliamo intervenire, obbligando ad un maggior ricorso ai mezzi ecologici di Veloce per le forniture al Comune”.

“La grande sfida del futuro – continua il vicesindaco – sarà quella di fare sinergia e collaborare con imprese e associazioni del territorio per perseguire e avere obiettivi comuni, in maniera tale che le gli obiettivi e le azioni siano attuate dalla maggior parte dei soggetti, non solo pubblici ma anche privati. Tra le azioni individuate come strategiche “per grado di efficacia, proiezione dei benefici e operabilità” nel biennio ci sono l’incentivazione e contribuzione per l’acquisto di abbonamenti di servizi di sharing per 5 mila euro, la sosta delle biciclette in aree riservate e protette per 30 mila euro, la realizzazione di una piattaforma aziendale per la gestione del car pooling per 5 mila euro, l’attivazione dell’app dedicata alla razionalizzazione della logistica merci da e per le sedi comunali per 5 mila euro, l’acquisto di dieci mezzi elettrici e la radiazione dei veicoli di classe inquinante elevata per 120 mila euro. Infine, l’obbligatorietà nell’utilizzo della piattaforma Veloce per le merci in consegna nelle sedi comunali. Saranno promosse forme di abbonamenti agevolati e utilizzo di mezzi in sharing, tra cui la flotta di biciclette recentemente introdotta in città. Anche per la logistica delle merci vogliamo intervenire, obbligando ad un maggior ricorso ai mezzi ecologici di Veloce per le forniture al Comune”.

Al Comune di Vicenza sono stati assegnati 213.937 euro, oggetto di apposita variazione di bilancio.
Questi fondi sono in parte riservati al Comune di Vicenza per le attività di Mobility Management d’area, circa 53 mila euro, mentre la restante parte, circa 160 mila euro, va ripartita per finanziare le azioni dei soggetti che hanno presentato, entro il termine del 31 agosto scorso, un valido Pscl, tra cui, appunto, il Comune di Vicenza.
Ad oggi sono tenuti a predisporre il Pscl tutte le attività produttive ed enti con più di 100 dipendenti. Ad averlo fatto, oltre al Comune di Vicenza, sono stati Viacqua, Azienda Ulss 8 Berica e Agenzia delle Entrate.

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us