UNA PIATTAFORMA COMMERCIALE DEL KMZERO.

UNA PIATTAFORMA COMMERCIALE DEL KMZERO.

SI INCONTRANO PRODUTTORI E OPERATORI DEL TURISMO RURALE

MERCOLEDI’ 17 GENNAIO A SANTA LUCIA DI PIAVE

Sarà presentata oggi Mercoledì 17 gennaio a Santa Lucia di Piave nello spazio della Filanda dell’Ente Fiera una piattaforma commerciale del km zero. Per l’ intera giornata agricoltori custodi e operatori del turismo rurale regionale si daranno appuntamento per animare la prima edizione del B2B del “Fatto in Veneto” organizzato da Coldiretti in collaborazione con Terranostra e la Fondazione Campagna Amica.

Il programma prevede alle ore 9.30 un convegno introduttivo sul binomio cibo e territorio con la presenza dell’ Assessore al Turismo e Agricoltura Federico Caner che illustrerà le novità per il settore introdotte dall’ultimo aggiornamento legislativo a partire dal protagonismo degli “agrichef” la cui accademia nazionale ha radici venete. Su questo tema si confronteranno, dopo i saluti del Sindaco di Santa Lucia di Piave Fiorenzo Fantinel, del  Presidente dell’Ente Fiera Alberto Nadal e del presidente di Coldiretti Treviso Giorgio Polegato. Saranno presenti inoltre la neo eletta presidente di Terranostra Dominga Cotarella – alla sua prima uscita nazionale in Veneto – il direttore Fondazione Campagna Amica Carmelo Troccoli e il presidente regionale di Terranostra Diego Scaramuzza moderati dal direttore di Coldiretti Veneto Marina Montedoro.

Nel pomeriggio un centinaio di produttori animeranno gli scambi e le conoscenze con gli agriturismi, offrendo una vasta gamma del meglio delle specialità coltivate e allevate. Una rappresentanza significativa delle oltre 60mila imprese agricole  che garantiscono un fatturato di quasi 8miliardi di euro, il cui valore abbinato alla “Dop Economy” è pari a 3,70 miliardi. Formaggi, salumi, vino sono alla base dei menù con cui 1600 attività agrituristiche regionali garantiscono servizi di accoglienza, ospitalità, ristorazione.

Presenti all’evento una rappresentanza delle aziende di Campagna Amica Venezia e di operatori agrituristici veneziani. “Si tratta di un’opportunità funzionale per agevolarci a mantenere viva la cultura enogastronomica locale, ricca di biodiversità e di eccellenze agroalimentari.” Afferma Luca Faraon presidente di Terranostra Venezia, l’associazione che raggruppa gli agriturismo di Coldiretti- “Nel rispetto della nuova norma, il menu’ che proponiamo ai nostri ospiti, oltre ad essere realizzato per la maggior parte con i prodotti aziendali- continua Faraon-  contempla una percentuale del 35% di provenienza dalle aziende agricole locali: ecco che avere una piattaforma di riferimento ci facilita nel reperimento, oltre che ad aiutarci tra produttori, facendo girare l’economia tra le aziende del circuito di Campagna Amica che rispondono a determinati requisiti, sia nella produzione che nella commercializzazione dei prodotti”.

(Coldiretti Treviso)

Please follow and like us