Passo Barca, collegamento fluviale Porto Levante-Albarella

Riparte il “passo barca” tra Porto Levante e Albarella. Con il viaggio inaugurale di venerdì 29 marzo il servizio di trasporto fluviale, avviato la scorsa primavera in via sperimentale, viene riproposto per il secondo anno: un gradito ritorno celebrato con un evento che ha
visto la presenza del vicepresidente e assessore della Regione Veneto Elisa De Berti.
Unendo la Via delle Valli nord a quella sud, il passaggio sul Po di Levante rientra negli obiettivi del Piano Regionale dei Trasporti, che prevede lo sviluppo di un sistema di mobilità e guarda con sempre maggior decisione alla tutela dell’ambiente e del territorio, strizzando dunque l’occhio alla promozione di un turismo slow e green: a rendere possibile il collegamento, il protocollo d’intesa siglato da Regione Veneto, Infrastrutture Venete, Provincia di Rovigo e Comuni di Porto Viro e Rosolina che dal 2025 potrebbe esser rinnovato con durata triennale. 
Il traghetto, che lo scorso anno ha fatto registrare oltre 2mila presenze, si inserisce in una zona a fortissima vocazione turistica ma non solo: l’area si trova infatti in prossimità del tratto conclusivo della ciclovia Ven.To., che costeggia l’asta del Po collegando Torino al mare, ma è anche attraversata da numerosi percorsi già inseriti da tempo nella Rete Escursionistica Veneta (REV). 
Tra le novità del 2024 spicca un calendario più spalmato che parte già con il ponte di Pasqua per chiudersi domenica 27 ottobre: i giorni di navigazione restano cento, così come invariato è il costo del biglietto fissato a 2 euro con possibilità di bici al seguito (gratis per gli under 11, se accompagnati da adulto in possesso di regolare ticket). Info su giorni e orari di servizio al 329/8607630.
 
Il vicepresidente e assessore della Regione Veneto Elisa De Berti: “Ho creduto in questo progetto perché ci ha creduto per primo il territorio polesano, sindaci e istituzioni hanno fatto sistema e confido che dal prossimo anno il servizio non sia più sperimentale ma continuo. Il connubio bici-barca in Veneto dimostra di funzionare, il cicloturismo è una delle chiavi per lo sviluppo del Delta”.
Il presidente della Provincia di Rovigo Enrico Ferrarese: “Importante occasione per confermare che la nostra visione sul territorio trova la giusta attenzione da parte della Regione, il bici-barca è fondamentale per far scoprire il nostro territorio e questo trasporto pubblico locale è segno che crediamo nel servizio sperimentale”.
Il sindaco di Porto Viro Valeria Mantovan: “Giornata importante che apre la seconda stagione del servizio di collegamento tra i territori di Porto Viro e Rosolina con la Regione che crede e scommette in questa realtà”.
Il sindaco di Rosolina Michele Grossato: “Esempio di rete nel Parco del Delta dove le nostre amministrazioni spingono sempre più la vocazione del bike tourism, questo territorio offre molto altro oltre alle spiagge”.
Il presidente del Parco del Delta Moreno Gasparini: ”Un nuovo tassello dopo Adriatica e Ven.To., il territorio si sta strutturando sempre più dal punto di vista ciclo turistico, il servizio è un salto in avanti per quest’area”.
Il senatore Bartolomeo Amidei: “Territorio straordinario che vede crescere sempre più il suo turismo, c’è ancora molto da fare ma quello di oggi è segnale tangibile che la strada intrapresa è finalmente quella giusta”.
Il prefetto di Rovigo Clemente di Nuzzo: “Il Delta merita attenzione, si tratta della zona più dinamica del nostro Polesine per metà dell’anno, questo servizio aiuta a implementare presenze e visitatori”.
 

(Provincia di Rovigo)

Please follow and like us