Franco Faccio. L’uomo e l’artista

Giovedì 16 gennaio la Fondazione Giorgio Zanotto presenta il volume intitolato Franco Faccio (1840-1891). L’uomo e l’artista, presso la Sala Convegni della Gran Guardia. Ne parlano gli autori, in dialogo con Daniela Brunelli.

Nel 180° anno dalla nascita di Franco Faccio la Fondazione, da sempre attenta a valorizzare la cultura veronese, ha deciso di promuovere la stesura di una sua nuova biografia. A raccogliere la sfida, Oreste Ghidini e Nicola Guerini, che hanno ricostruito con competenza e passione la vicenda umana e artistica di questo grande veronese.

Nato nel 1840 nel cuore di Verona, a pochi passi dalla chiesa di San Lorenzo, Faccio si era trasferito in giovane età a Milano per completare gli studi musicali e qui era diventato un elemento di spicco del movimento della Scapigliatura. Musicista, compositore e direttore d’orchestra, costruì negli anni un rapporto privilegiato con Verdi, che gli affidò anche la prima italiana di Aida. La sera del 5 febbraio 1887 il sipario del Teatro alla Scala di Milano si sollevava per presentare al pubblico Otello, la nuova, attesissima opera di Giuseppe Verdi. A dirigere l’orchestra, il Maestro Franco Faccio, ai tempi la più celebre e talentuosa bacchetta d’Italia.

Informazioni e contatti

Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale

Dove

  • Palazzo della Gran Guardia – Piazza Bra – Verona

Quando

Giovedì 16 gennaio 2020 alle ore 17.30

Come

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti

Organizzato da

Fondazione Giorgio Zanotto con il patrocinio del Comune di Verona

(Comune di Verona)

Please follow and like us