Ambiente – Zanoni (PD): “Contrasto alle bottiglie di plastica, legge importante per l’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici”

Ambiente – Zanoni (PD): “Contrasto alle bottiglie di plastica, legge importante per l’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici”

(Arv) Venezia 7 apr. 2020 –    “Con questa legge proviamo a promuovere un cambiamento di mentalità e stile di vita. Certo non è un provvedimento perfetto, si poteva osare di più con obiettivi maggiormente ambiziosi, ma è senza dubbio un primo passo in avanti”.

Con queste parole, il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni, commenta “il voto favorevole e unanime alla proposta normativa, di cui ero relatore di minoranza, che promuove l’uso dell’acqua alla spina riducendo l’impiego delle bottiglie di plastica monouso”.

“È una proposta buona per l’ambiente e il portafoglio dei cittadini, per cui non possiamo che essere d’accordo – ha sottolineato l’esponente PD –  ma invito il Consiglio regionale a dare il buon esempio: mi rivolgo all’Ufficio di presidenza affinché, al di là dei contratti in essere, l’attuale gestore metta a disposizione brocche di vetro con acqua di rubinetto, sia in mensa che durante il lavoro delle commissioni”.

“La necessità di questa proposta normativa parte da uno stato di fatto: siamo di fronte a una situazione allarmante; nell’area mediterranea l’Italia è il primo produttore di materiali in plastica: quasi quattro mega tonnellate l’anno, l’80% proveniente dall’industria degli imballaggi – spiega il Vicepresidente della commissione consiliare Ambiente – Nel nostro Paese, è stato calcolato un consumo annuo pro capite di plastica di circa 132 chilogrammi. L’Italia è anche il Paese europeo con il maggior consumo pro-capite di acque minerali, 172 litri/anno, cresciuto negli ultimi dieci anni del 3% annuo. Oltre l’80% delle acque minerali sono imbottigliate in contenitori di plastica, Pet, il cui costo è inferiore a quelli di vetro, circa 0,01 euro contro 0,25. I costi di smaltimento ricadono sulle Regioni che spendono più di quanto incassano dai canoni di concessione di sfruttamento delle fonti. È un’assurdità, dobbiamo far passare il messaggio che l’acqua di rubinetto è buona ed è più controllata e garantita di quella minerale”.

“Questa legge rappresenta un’azione utile per contrastare i cambiamenti climatici, perché si riduce il consumo di energia, delle emissioni di anidride carbonica, dell’inquinamento dell’aria  e, come detto, il flusso dei mezzi pesanti – ribadisce l’esponente Dem – Come Partito Democratico, abbiamo presentato un PdL più completo, che speriamo venga presto discusso in aula, per incentivare ancora di più il porta a porta, rendere più efficace il riciclo, rafforzare la lotta all’usa e getta e agli imballaggi in plastica”.

“Le politiche in materia di rifiuti   devono indirizzarsi non solo sulla quantità, ma anche sulla qualità della raccolta differenziata – auspica Andrea Zanoni in conclusione – perché non tutta la plastica è uguale: il Veneto è più avanti rispetto ad altre realtà, ma la strada da fare è ancora lunga”.

/676

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us