Sanità – Azzalin (PD): “Indennità aggiuntiva ai medici e addizionale Irpef: da Zaia uscita fuori luogo, dovrebbe vergognarsi di parlare così del personale sanitario”

Sanità – Azzalin (PD): “Indennità aggiuntiva ai medici e addizionale Irpef: da Zaia uscita fuori luogo, dovrebbe vergognarsi di parlare così del personale sanitario”

(Arv) Venezia 16 apr. 2020 – “Zaia dovrebbe vergognarsi di parlare in questo modo dei medici: inutile sperticarsi in lodi su chi è in prima linea e rischia la vita per tutti noi, per poi girargli le spalle nel momento del bisogno”.

 Le parole sono del consigliere regionale del Partito Democratico, Graziano Azzalin, in replica “alle dichiarazioni odierne del Presidente della Regione del Veneto sull’indennità aggiuntiva per il personale sanitario impegnato nella lotta al Covid-19”.

“Il Gruppo PD, insieme alle altre forze di Minoranza, ha avanzato una richiesta chiara, sulla scia di quanto già proposto da altre Regioni – spiega l’esponente Dem – Luca Zaia, invece, dopo aver annunciato un intervento analogo, una settimana fa, a favore di telecamera, ribadito in commissione Sanità dall’Assessore Manuela Lanzarin, se n’è dimenticato, visto che non ce n’è traccia nella prima variazione di bilancio”.

“Ma non solo – continua Azzalin –  il Governatore si permette pure di fare dell’ironia, tirando in ballo la mancata applicazione dell’addizionale Irpef, che già rappresenterebbe un premio per i medici, mentre altrove sarebbe soltanto una restituzione di quanto prelevato: si tratta di una uscita assolutamente fuori luogo, irrispettosa nei confronti di coloro che, da settimane, stanno pagando un prezzo altissimo a questa emergenza”.

“Non è la prima volta che Luca Zaia risponde così, evidentemente ne è proprio convinto – conclude Graziano Azzalin –  Bene, abbia il coraggio di dirlo in faccia al personale sanitario, magari a fine turno, anziché chiamarli eroi a ogni conferenza stampa: sarebbe più coerente”.

 

/755

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us