Coronavirus, da lunedì 1 giugno aperti altri 29 parchi gioco

Prosegue l’operazione di riapertura dei parchi gioco comunali. Dopo i primi sette parchi riaperti questa settimana, da lunedì 1 giugno torneranno accessibili altre 29 aree per le quali è stata organizzata la pulizia giornaliera nel rispetto delle linee guida anti contagio.

Nell’ordinanza contingibile e urgente con cui il sindaco Francesco Rucco ne ha disposto la riapertura, con orario ordinario per tutti i giorni della settimana, è stabilito che l’ingresso in tutti i parchi gioco tornati accessibili sia consentito solo ai minori di 14 anni, alle persone di età superiore ai 60 anni e agli accompagnatori dei bambini, delle persone con disabilità e degli anziani.

“Con questo provvedimento – dichiarano congiuntamente il sindaco Francesco Rucco e il vicesindaco con delega alla partecipazione Matteo Tosetto – restituiamo ai cittadini la stragrande maggioranza dei parchi gioco, ovvero tutti quelli per i quali riusciamo a garantire quanto richiesto dalle linee guida. Per scongiurare assembramenti, a maggior sicurezza di tutti, abbiamo però deciso di riservarne l’accesso ai principali fruitori, ovvero ai bambini, oltre che agli accompagnatori e agli over 60. Rinnoviamo inoltre l’appello alla responsabilità dei genitori e ai frequentatori per il rispetto delle disposizioni previste”.

In tutti i parchi gioco riaperti si potrà accedere con la mascherina a partire dai sei anni di età e igienizzante per le mani, salvo che la Regione Veneto introduca novità rispetto all’uso di questi dispositivi che l’amministrazione comunale recepirà con un nuovo provvedimento.

Va inoltre osservato il distanziamento di un metro dalle persone non conviventi anche quando si sta seduti sulle panchine, non si possono utilizzare i servizi igienici perché non si riesce a garantirne la sanificazione dopo ogni utilizzo, va evitata ogni forma di assembramento. Si deve accedere al parco solo se si è in buono stato di salute .

I parchi gioco che saranno riaperti da lunedì 1 giugno sono quelli di via Ruspoli, San Marco, via Sicilia, via Orlando, via Ischia, via Calvi, via Giuriato, via Maurisio e via Gen.le Dalla Chiesa, via Piovene, via Coltura Camisana, via Riello, via Santa Bertilla, Parco Città, via Istria, via Spinelli a Ospedaletto, Borghetto di Saviabona, via Gagliardotti, via Mainardi, viale Fiume, viale Trieste, via Lago d’Iseo, via Goito, via Machiavelli, via Durando, strada Cimitero di Polegge, via Cereda, via G.P. da Palestrina, via Baracca, via Toti e Corridoni.

Queste aree vanno ad aggiungersi ai parchi gioco già aperti di via dell’Ippodromo, Villa Tacchi, via Adenauer, via Rossini, via Cadamosto, via Mameli e al parco giochi non recintato di via Europa.

Questi primi sette parchi gioco erano stati riaperti già martedì 26 maggio perché la cooperativa che li ha in gestione è stata in grado di attivare fin da subito le attività previste dalle linee guida.

Per gli ulteriori 29 parchi gioco che saranno accessibili da lunedì si sta utilizzando una parte del fondo di 107 mila euro assegnato dallo Stato per le sanificazioni.

Sono inoltre già regolarmente aperti Parco Querini, il Giardino Salvi, il parco di Villa Guiccioli, il parco della Colonia Bedin Aldighieri, l’area verde “Padre Uccelli” a Porta Santa Croce, l’area verde dell’Oasi di Valletta del Silenzio e Parco Fornaci.

In questi spazi, e nelle aree verdi non recintate, è ad oggi obbligatorio indossare mascherine e guanti o gel igienizzante e vietato sedersi sulle panchine e sostare. È necessario rispettare la distanza di un metro dalle altre persone, ad eccezione del caso in cui si accompagnino minori o persone non autosufficienti. Inoltre è vietato creare assembramenti.

La sanzione prevista per chi non osserva queste disposizioni va da 400 a 3 mila euro.

Rimarranno infine chiusi perché non si è in grado di garantire il rigoroso rispetto delle linee guida, il parco giochi di via Bassano, le aree verdi di via X Martiri, via De Nicola, stradella della Rotonda, il parco giochi di via Pittarini, via Scaramuzza, via Imperiali, le area verdi di via Vigna, il parco giochi di strada Saviabona, via Brenta, via F.lli Bandiera, via Stuparich e Villa Lattes.

Ordinanza di riapertura 29 parchi gioco al link
https://www.comune.vicenza.it/utilita/documento.php/254479

Ordiananza mantenimento chiusure aree verdi al link
https://www.comune.vicenza.it/utilita/documento.php/254481

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us