Comunicato stampa: lavori straordinari per adeguare le scuole alle norme Covid-19

Sono stati approvati in Giunta, oggi pomeriggio, su proposta dell’Assessora alle politiche educative e scolastiche, i progetti esecutivi degli interventi di straordinaria manutenzione degli edifici scolastici comunali, finalizzati all’adattamento funzionale degli spazi e delle aule necessari per l’adeguamento alle prescrizioni conseguenti alla pandemia da Covid-19.

Sono interventi che riguarderanno tutti gli Istituti comprensivi cittadini, e che saranno per la quasi totalità terminati in tempo per la riapertura delle scuole il prossimo 14 settembre.
Si tratta di lavori che vanno dalla realizzazione di controsoffitti alla creazione di pareti divisorie in cartongesso, per ricavare di nuovi spazi, alle opere idrauliche e di tinteggiatura anche per aggiungere nuove aree mensa.
Complessivamente i lavori impegnano un importo complessivo di 292.000 euro.

L’Assessora alle politiche educative e scolastiche sottolinea: “Stiamo lavorando da quasi due mesi per dare la possibilità a tutte le classi di rientrare a scuola il 14 settembre con i numeri completi e con l’orario completo. Quasi tutte le scuole inizieranno a pieno regime, c’è da capire se avremo del personale in più per avere piccoli gruppi di alunni anziché classi numerose e operare quindi in maggiore tranquillità.
Ovviamente questo non dipende da noi ma dal Provveditorato.
Questi lavori quindi ci permettono, e questo è molto importante, di evitare i doppi turni e assicurare il servizio di mensa, confermando quindi il tempo pieno. In un caso siamo riusciti a utilizzare spazi esterni, altrove abbiamo utilizzato gli spazi del decentramento, una biblioteca, insomma, tutte quelle opportunità che ci permetteranno di riprendere la scuola in presenza.
Gli interventi finanziati ci permettono di ricavare nuovi spazi a norma all’interno delle nostre scuole; sono lavori di idraulica e tinteggiatura ad esempio per trasformare spazi in mense, o la realizzazione di pareti in cartongesso e l’abbattimento di altre per dividere in modo più funzionale gli spazi.
Sono lavori che riguardano tutti gli Istituti comprensivi della città.

Tutte le suppellettili necessarie, cattedre, banchi lavagne ed altro saranno invece messe a disposizione dal Provveditorato“.

(Comune di Padova)

Please follow and like us