Rette Asili Nido 2020/2021

Con deliberazione n. 276 del 01 settembre 2020 la Giunta Comunale, ha stabilito di mantenere invariate per l’anno educativo e scolastico 2020/2021, le rette per gli asili nido stabilendo che per i soli residenti risultino rapportate, insieme alle relative agevolazioni, all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), purchè il tutore provveda ad autorizzare l’Ente all’acquisizione del dato dalla banca dati INPS da presentarsi on line dal 11 al 21 settembre 2020, riservandosi un’eventuale revisione nel caso in cui la normativa ed i protocolli applicativi per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Sars-Cov – 2 comportino ulteriori oneri aggiuntivi per l’Ente;

La dichiarazione on line dovrà essere compilata da tutti gli utenti iscritti al nido anche da coloro che non intendono avvalersi della presentazione dell’ISEE. Sono esclusi i nuovi iscritti per cui fa fede quanto già dichiarato nella domanda di iscrizione.

Per poter presentare la dichiarazione on line, è necessario essere in possesso delle credenziali SPID o le credenziali dello sportello Sportello Zero

Una volta ottenute le credenziali. Clicca qui (http://paideia.comune.verona.it/jdomandeonline/) dal 11 al 21settembre

Procedura

  • effettuare la registrazione
  • scaricare la versione di Adobe Acrobat Reader XI o successivi
  • Scaricare il modulo denominato Autorizzazione o rifiuto del prelievo ISEE dalla banca dati INPS e salvarlo sul proprio computer, compilare e seguire poi le indicazioni per l’invio.

Gi utenti che non presentino l’autorizzazione entro il 21 settembre dovranno corrispondere la retta massima per l’intero anno educativo, salvo segnalazioni specifiche dei servizi sociali.

I costi parametrati all’ISEE, consultabili nella tabella allegata, sono applicati esclusivamente ai residenti nel Comune di Verona, e ai dipendenti del Comune di Verona, non residenti, iscritti al solo nido Aziendale.
Si ricorda che in caso di trasferimento della residenza in altro Comune in corso d’anno, la retta dovuta sarà pari al valore massimo previsto di € 487,00 e sarà applicata dal mese successivo alla data di cancellazione anagrafica, senza possibilità di usufruire di alcuna agevolazione. Rimarranno in ogni caso confermate le detrazioni per assenze, ad esclusione delle rette minime e rette ridotte, ai sensi del Regolamento vigente:

Si informa che per l’anno educativo 2020/2021 le tariffazioni rimarranno invariate per gli utenti che dovessero essere esclusi dalla frequenza dei servizi asili nido del Comune di Verona per la mancata presentazione della documentazione vaccinale;
Sono ricomprese a tutti gli effetti nelle assenze anche quelle dovute a isolamento fiduciario, controlli, prelievi, tamponi ecc. legati all’emergenza sanitaria Covid-19;
Nel caso di assenza, durante il funzionamento del Servizio, per un periodo pari o superiore a 15 giorni anche non consecutivi all’interno dello stesso mese, la retta sarà dovuta nella misura del 75%. Il sabato, la domenica e i giorni festivi infrasettimanali, vengono conteggiati solo se preceduti e seguiti da un periodo di assenza”
• La retta richiesta per il Tempo Mattina (7.30 – 13.30) è pari al 75% di quella fissata per il Tempo Classico;


Scadenze dei pagamenti
La scadenza mensile del pagamento è stabilita entro il giorno 10 del mese successivo.
Riduzione ed esoneri per i soli residenti nel Comune di Verona
Si riconoscono agevolazioni, parametrate all’I.S.E.E. posseduto come riportato nel prospetto, precisando che l’ammontare della retta minima fissa, per ogni tempo nido di frequenza è determinata in € 76,00 mensili e che nessuna agevolazione/riduzione economica può essere effettuata oltre tale somma*.:
• ai bambini diversamente abili con disabilità certificata dalle competenti autorità sanitarie come previsto dalla normativa in vigore (Legge 104/1992 e successive modificazioni e Legge 2/8/2009 n. 102 – invalidità civile). A questi ultimi, in caso di assenze nel corso dello stesso mese, potrà essere riconosciuta anche la riduzione prevista dall’art. 18 comma 3 del Regolamento per la prima infanzia del Comune di Verona;
• ai fratelli maggiori appartenenti allo stesso nucleo anagrafico e contemporaneamente frequentanti il servizio asilo nido;
• al figlio frequentante il servizio asili nido, qualora egli sia contemporaneamente figlio terzogenito, o successivo e componente di un nucleo anagrafico con almeno due fratelli maggiori frequentanti gli asili nido comunali e gli asili nido privati in convenzione, la scuola dell’infanzia comunale, statale, e/o paritaria, primaria o secondaria statale e/o paritaria;
È riconosciuta altresì la seguente riduzione:
• 1/30 della retta dovuta per ogni giorno di sciopero del personale educativo e/o ausiliario e/o per chiusura straordinaria disposta per motivi di incolumità pubblica e di sicurezza urbana. Nessuna riduzione e’ prevista in caso di assemblea sindacale del personale;
• Sono inoltre esonerati dal pagamento della retta gli utenti segnalati dai Servizi Sociali.
Tutti gli esoneri e le riduzioni sopra descritti, dovranno essere espressamente richiesti dagli utenti, sui quali graverà altresì l’obbligo di far certificare o autocertificare, anche tramite mail, le ragioni del proprio diritto.
Si segnala inoltre quanto segue:
coloro che siano in possesso di tariffe parametrate all’Isee, in caso di variazioni significative del relativo valore Isee, potranno presentare l’Isee corrente previsto all’art. 9 della D.P.C.M. 5/12/2013 n. 159 – Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente I.S.E.E. anche nei casi in cui sia intervenuta una variazione della composizione del nucleo anagrafico di riferimento, in corso d’anno;
• Il nucleo familiare è tenuto alla presentazione dell’ISEE corrente entro trenta giorni anche qualora si verifichino sostanziali miglioramenti delle condizioni economiche, in caso contrario l’utente sarà tenuto al pagamento della differenza sulla retta dovuta con effetto retroattivo;
• non è possibile cumulare più esoneri, riduzioni e benefici economici per la fruizione di un medesimo servizio;
• in caso di riconoscimento della riduzione per handicap al fratello maggiore potrà essere riconosciuta anche l’agevolazione ai restanti fratelli contemporaneamente frequentanti;
• il mancato pagamento entro i termini stabiliti, comporterà l’applicazione dell’art. 15 del vigente Regolamento per la prima infanzia del Comune di Verona e il successivo avvio del procedimento di riscossione coattiva. L’importo dovuto sarà inoltre maggiorato di € 50,00 quale recupero delle spese sostenute. Quest’ultima somma sarà dovuta per ottenere l’eventuale discarico della cartella esattoriale già emessa.
• può essere accolta l’iscrizione e la frequenza agli asili nido solo se il nucleo anagrafico di appartenenza risulta in regola con i pagamenti per i servizi educativi e 6 scolastici erogati dall’Ente già usufruiti; in caso contrario potrà essere accolta l’iscrizione/frequenza se l’utente, riconoscendo il debito nei confronti del Comune, ottenga la rateizzazione;

Modalità di pagamento

• Pago PA – Codici Iuv
I bollettini (IUV) saranno disponibili mensilmente nella pratica personale on line a cui si accederà con le credenziali personali.
E’ necessario conservare la fattura e la ricevuta di pagamento che dovranno essere presentate entrambe in caso di richieste Bonus/Welfare

Informazioni e contatti

Direzione Politiche Educative Scolastiche e Giovanili 
Ufficio Rette Nidi – Email nidi.servizi.infanzia@comune.verona.it
Via Bertoni, 4 – 37121 Verona 
tel. 045/8079633-9666
Orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.00 alle 17.00

(Comune di Verona)

Please follow and like us