DA BELLUNO A MATERA. IL VIAGGIO DEI GIOVANI CONTADINI DI COLDIRETTI. LA NOSTRA SOLIDARIETA’ AI COLLEGHI DEL SUD

DA BELLUNO A MATERA. IL VIAGGIO DEI GIOVANI CONTADINI DI COLDIRETTI. LA NOSTRA SOLIDARIETA’ AI COLLEGHI DEL SUD

“Da nord a sud uniti nella stessa fragilità del territorio, portiamo l’abbraccio dei veneti ai colleghi della Basilica”. L’evento nella capitale della cultura da oggi (venerdì 29 novembre) a domenica 1 dicembre.

Da Belluno fino a Matera, un viaggio lungo attraverso l’Italia delle mille campagne per arrivare nella capitale della cultura per l’appuntamento del Villaggio Coldiretti in programma da oggi fino a domenica 1 dicembre. Simo il contadino di Sospirolo, l’agrigelataia Carolina Da Rold di Tisoi e il cuoco agricoltore del Nevegal Marco Vuerich, sono entuasiasti di partecipare all’ evento  pensato per sostenere la città dei sassi duramente colpita dal maltempo e durerà tutto il week end. “Uniti nella stessa fragilità del territorio – commentano gli under 30 della delegazione – nonostante i chilometri di distanza, portiamo l’abbraccio dei veneti per una solidarietà leale nei confronti dei nostri colleghi del sud”.

Da Belluno a Matera. Simo il contadino di Sospirolo, l’agrigelataia Carolina Da Rold di Tisoi e il cuoco agricoltore del Nevegal Marco Vuerich.

Il sapere antico e la grande bellezza della campagna invaderanno piazze e vicoli per riaffermare il valore del cibo, grazie alla presenza delle aziende agricole ed i loro prodotti salvati dall’estinzione. Un programma pieno di intrattenimenti: a tavola con gli agrichef, laboratori degli agriturismi per fare la pasta in casa o intrecciare aglio e cipolle, nell’orto a coltivare assieme ai tutor e negli agriasili dove i bambini possono imparare a impastare il pane. Il più grande mercato a chilometri zero, sarà anche un’occasione per acquistare gustosi souvenir di Natale per se stessi o da regalare direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica provenienti da tutta la Penisola. Tante le aree dedicate alla solidarietà per aiutare le categorie più deboli e le fattorie colpite dalle calamità. Un presepe di Natale e’ stato allestito con gli animali  per lanciare un monito e  salvare le stalle ed i pascoli a rischio di scomparsa, con un impatto devastante per la biodiversità, il paesaggio, l’ambiente e il lavoro. Focus sulle golosità regionali con i tutor dei dolci della nonna in azione. L’entrata è completamente gratuita e con soli 5 euro si potranno gustare i menù preparati per l’occasione tra sapori antichi e produzioni 100% made in Italy.

(Coldiretti Treviso)

UA-82874526-1