Scelta dell’impresa edile, le dritte per non sbagliare

In questi ultimi anni il settore delle imprese edili si è, seppure lentamente, risollevato dalla crisi che lo ha attanagliato nel periodo e che, fra l’inizio del 2008 e la fine del 2016, ha causato la perdita di moltissimi posti di lavoro e la chiusura di piccole e medie imprese.

Come detto, però, grazie anche a varie iniziative statali anti-crisi, l’edilizia sta attraversando una fase piuttosto positiva perché molte sono le richieste, di privati cittadini e non solo, di opere di costruzione (in misura minore) e di ristrutturazione interna e/o esterna di immobili (la parte preponderante delle richieste).

Opere edilizie: a chi affidare i lavori?

La scelta di un’impresa edile, a prescindere dalla portata, dalla complessità e dal valore economico dell’intervento richiede una notevolissima attenzione, anche per tutte le problematiche a livello sicurezza che entrano in gioco.

Messa al primo posto la sicurezza di tutte le parti coinvolte, anche la questione economica e l’impatto degli interventi sulla qualità della vita non sono certo fattori trascurabili; quindi il primo consiglio in assoluto è quello di fare la propria scelta con attenzione, con razionalità e senza affrettare troppo i tempi.

Chi abita in provincia di Padova, per esempio, prima di affidare un qualsivoglia di intervento di costruzione o di ristrutturazione dovrà essere ben consapevole di quale sia la migliore impresa edile a Padova così da evitare qualsiasi imprevisto, sia in corso d’opera, sia una volta che i lavori saranno finalmente conclusi; si dovranno avere infatti garanzie a lungo termine sulla bontà dei lavori.

Per questi motivi, riteniamo opportuno fornire alcuni pratici consigli per effettuare una scelta responsabile e a prova di problemi.

Scegliere l’impresa edile: 5 dritte per non commettere errori

Quando si ha le necessità di dover ricorrere a un’impresa edile per opere di costruzione oppure di restauro o di ristrutturazione di interni e/o esterni, è fondamentale scegliere un’azienda di provate affidabilità e serietà.

Scegliere l’impresa giusta non ci garantirà solamente lavorazioni fatte ad opera d’arte, ma anche l’opportunità di ricevere una consulenza professionale per quanto riguarda gli interventi necessari, la scelta dei materiali più idonei al tipo di lavorazione, sul rapporto qualità/prezzo delle opere da realizzare ecc.

Quello che non si deve sottovalutare è il fatto che un immobile non è solo il luogo dove lavoriamo o trascorriamo buona parte della nostra esistenza, ma anche un possibile investimento per il futuro. È perciò necessario affidarsi a un’impresa seria, affidabile e altamente qualificata sotto tutti i punti di vista. Ecco dunque alcuni consigli utili per fare una scelta a prova di problemi:

  • Definire con esattezza tutti gli interventi che dovranno essere effettuati nel caso di restauri o di ristrutturazioni e anche di tutte le nostre preferenze ed esigenze qualora si richieda la costruzione di un nuovo immobile, a prescindere dalla sua destinazione (scopi abitativi o professionali). Rimane consigliato produrre con l’aiuto di un professionista qualificato un computo metrico relativo a tutte le voci e quantità di materiali che si intendono adoperare per poter preventivare con esattezza i costi.
  • Informarsi sull’impresa papabile e visitarne la sede in modo da rendersi conto di eventuali criticità e per farsi un’idea delle sue potenzialità, delle modalità di lavorazione, della professionalità nel venire incontro alle richieste della clientela.
  • Presentarsi con un progetto tracciato dal proprio professionista e che potrebbe essere stato esaminato già dal Comune di competenza per eventuali restrizioni di legge. In questo modo la valutazione sarà più precisa e le scadenze saranno più brevi.
  • Verificare con assoluta certezza che tutte le abilitazioni e le certificazioni siano in regola. È il punto di maggiore importanza; sulla sicurezza non si possono avere incertezze. Non scordiamo che le principali responsabilità sono di chi commissiona i lavori! Ogni impresa edile deve avere la partita Iva ed essere in regola con il DURC, il documento che attesta l’assolvimento degli obblighi contributivi. Se si hanno dei dubbi si può consultare il proprio geometra di fiducia.
  • Definire con assoluta chiarezza, prima che inizino i lavori, i costi e le tempistiche previsti; si eviteranno in tal modo discussioni spiacevoli. Certi piccoli problemi potranno verificarsi, ma se le cose sono chiare fin dall’inizio, si potrà risolvere tutto senza antipatiche discussioni e contrattempi.
Please follow and like us

Be the first to comment on "Scelta dell’impresa edile, le dritte per non sbagliare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


10 − otto =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.