Economia – Bassi (FdI/MCR): “Si sblocchi anche il settore lapideo, le nostre aziende hanno richieste che non possono soddisfare, aspettando fino al 4 maggio rischierebbero di perdere le commesse”

Economia – Bassi (FdI/MCR): “Si sblocchi anche il settore lapideo, le nostre aziende hanno richieste che non possono soddisfare, aspettando fino al 4 maggio rischierebbero di perdere le commesse”

(Arv) Venezia 14 apr. 2020 – “Si sblocchi il settore lapideo: le molte aziende site in Valpolicella e nel Veronese chiedono al Prefetto di Verona di poter riaprire. Già da qualche settimana, dall’estero, arrivano richieste di forniture che non possono essere soddisfatte a causa delle restrizioni attuate per contenere l’epidemia COVID-19. Aspettare fino al 4 maggio sarebbe drammatico, perché oltre all’ordine, le nostre aziende rischierebbero di perdere definitivamente pure delle quote di mercato”.

La richiesta è del consigliere regionale Andrea Bassi (Fratelli d’Italia/MCR) a sostegno “del comparto lapideo”.

“In regioni contermini, attività del medesimo settore sono già ripartite con il nullaosta del Ministero della Salute, e i nostri imprenditori chiedono che la normativa venga estesa anche al territorio veronese – spiega  il consigliere – Certo, dovranno essere adottate tutte le misure richieste, nel rispetto della sicurezza degli operatori, ma si tratta di attività che possono essere svolte in sicurezza con dei minimi accorgimenti”.

 “Per evitare il collasso si chiede quindi di poter riaprire già oggi, 14 aprile – conclude Andrea Bassi – per riuscire innanzitutto a consegnare la merce già pronta e custodita nei magazzini e per soddisfare le richieste dei clienti e non rischiare di dover chiudere per sempre l’attività”.

/720

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us